Realizzazione di Rivestimenti per Camini in Marmo e Pietra

La Ditta di L.M.T. di Luigi Gentile e Fratelli , ha acquisito, grazie a lunghi anni di esperienza nel settore, eredita dal padre Giulio, un posto di prestigio a livello internazionale nel settore della lavorazione del marmo, del granito e di pietre tradizionali ed esotiche. Di grande prestigio i camini in marmo, moderni, antichi, in stile, di design. Vengono realizzati caminetti da interni, da esterni e da taverna. Perchè l'atmosfera di un camino acceso è sempre unica e riscalda l’animo solo a vederlo acceso.
Siamo specializzati nella realizzazione su misura dei rivestimenti per caminetto le immagini sotto riportate servono soprattutto ad offrire spunti ed idee sui tipi di materiale e sulla forma dei rivestimenti stessi e grazie all’utilizzo di macchinari a controllo numerico riusciamo a realizzare qualsiasi vostro progetto dal classico al moderno,inoltre il nostro personale altamente qualificato saprà consigliarvi al meglio in base alle vostre necessita o al vostro arredamento interno.
Siamo presenti in tutta la Regione Sicilia e lavoriamo specie nelle provincie di Agrigento,Caltanissetta e Palermo.
Storia del Marmo
Il marmo è stato ampiamente utilizzato sin dall'antichità come materiale per la scultura e per l'architettura (capitelli, colonne, statue). Il basso indice di rifrazione della calcite, di cui è principalmente composto, permette alla luce di "penetrare" nella superficie della pietra prima di essere riflessa, e conferisce a questo materiale (e soprattutto ai marmi bianchi) una speciale luminosità.
Il termine "marmo" deriva dal greco marmaros, con il significato di "pietra splendente", e serviva ad indicare qualsiasi pietra "lucidabile", ossia la cui superficie poteva essere fatta diventare lucida mediante levigatura. Negli studi archeologici e storico-artistici vengono quindi compresi tra i "marmi" anche altre rocce che non sono tali dal punto di vista geologico e chimico, quali i graniti e porfidi, le dioriti, i basalti, gli alabastri, o i calcari di particolare durezza.
Il marmo, dopo l'estrazione dalle cave per mezzo di seghe "diamantate", oppure utilizzando la tecnologia dell'acqua pressurizzata, può essere lavorato a forma di lastre piane. Queste variano da uno spessore minimo di 1 cm, fino ad uno spessore massimo di circa 30 cm: lastre con spessore inferiore al centimetro risulterebbero eccessivamente fragili, scarsamente resistenti a sforzi di flessione e taglio, mentre spessori superiori consentono alla lastra di superare le fasi di lavorazione e trasporto evitando fessurazioni o rotture del materiale.
Il costo di una lastra varia a seconda del pregio del marmo, della provenienza e del tipo di lavorazione adottata, oltre che, ovviamente delle dimensioni geometriche.
Share by: